Tra Romanticismo e virtuosismo

Domenica 11 agosto, ore 17.00
Cimolais / Chiesetta di San Floriano 


V’invitiamo a scoprire la stretta di Gotte in Val Cimoliana, un paesaggio d’iconica bellezza romantica


Elisa Fassetta, violoncello
Stefania Fassetta, pianoforte

Musiche di G. Fauré, J. Massenet, E. Morricone, A. Piazzolla, C.C. Saint-Saëns

Il Romanticismo fa breccia nel mondo della musica, rompendo i rigorosi schemi classici, quelli che appartengono alla tradizione musicale fino a Mozart e allo stesso Beethoven. Con il XIX secolo l’artista comincia a portare con sé la propria libertà espressiva, facendo affiorare inquietudini, vibrazioni interiori, sentimenti, visioni. Questo nuovo modo di comporre la musica influisce anche sull’interpretazione, che lascia campo aperto a doti di particolare finezza o di personale sensibilità, valorizzando il virtuosismo e quindi l’arte degli esecutori.

Con questo concerto ci avviciniamo a questi epocali cambiamenti di sensibilità, con un programma originale che spazia dalla ricchezza espressiva dell’Ottocento francese ai compositori, diversamente virtuosi, dei nostri giorni.


INGRESSO LIBERO



Info: 

Associazione Musicale Fadiesis
Via Rive Fontane, 34 – 33170 Pordenone
tel. 0434 43693 (dal lunedì al venerdì 9-12) o cell. +39 340 543 3534
eventi@fadiesis.org


CONSIGLI PER UNA GITA: VAL CIMOLIANA, A FILO D’ACQUA

La Val Cimoliana è il cuore incontaminato del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, Patrimonio Unesco. Per scoprirla basta imboccare da Cimolais la strada a pedaggio (da aprile a ottobre 6€ per autovettura) che conduce al Rifugio Pordenone. Solo percorrendo questi quattordici chilometri è possibile rendersi conto dello straordinario livello di wilderness di questa valle, dove sono assenti centri abitati e la natura regna sovrana, con cime dolomitiche di selvaggia bellezza, tra cui il Duranno, la Cima dei Preti, i Monfalconi, gli Spalti di Toro, il monte Pramaggiore e il mitico Campanile di Val Montanaia.

A chi non vuole cimentarsi con gli impegnativi dislivelli di questa montagna “pura e dura”, si consiglia una sosta presso il Rifugio Pordenone o la Casera Pian Pagnon, dove gustare i prodotti del territorio: carne e latticini a chilometro zero.  

Senza fatica e impegno, si possono ammirare le acque purissime del torrente Cimoliana, che qui offre continui colpi di scena: appare e scompare nei greti, scorrendo ora quieto ora tumultuoso, in una continua metamorfosi liquida. Nella stretta di Gotte, in particolare, il Cimoliana crea un paesaggio di espressiva bellezza romantica, che avrebbe potuto ispirare pittori come Caspar David Friedrich e sicuramente i compositori rivoluzionari dell’Ottocento musicale.

BARCIS | Scena liquida






RISERVA NATURALE FORRA DEL CELLINA | Le forme dell’acqua


CLAUT | Le origini dell’acqua


CIMOLAIS | Le espressioni dell’acqua


ERTO-CASSO | La memoria dell’acqua


ANDREIS | Le stranezze dell’acqua


VALCELLINA IN MUSICA YOUNG | L’energia dell’acqua